Search

Archeologia in Galilea

  -  

Livello: medio – impegnativo

Banias

Ogni impero che avuto una storia in queste terre ha lasciato le proprie tracce in Galilea. Già da prima dei tempi del Regno di Israele, attraverso i Greci e i Romani, dai tempi dell’Impero Ottomano e del Mandato Britannico, ogni cultura ha lasciato le proprie influenze, città, fortificazioni e templi. Questo itinerario porta attraverso i monumenti più significativi ancora esistenti e alcuni dei quali antichi migliaia di anni. Si raccomanda di studiare la cronologia dei luoghi prima di intraprendere il giro per una migliore comprensione; ma anche in mancanza di questo approfondimento, tale giro sarà veramente affascinante.

 


 
Days:
1
 
2
 

Primo giorno

 
Safed
Banias
Akko

Da Acre (Akko) al Monfort 
Circa40 Km.


Si inizia il primo giorno nella città crociata di Accre, uno tra gli 830 siti mondiali beni umanitari, di cui sette in Israele. È possibile passare da mezza giornata a due giorni interi in questa città, dipende dai programmi.

Da Accre si procede verso nord lungo la costa sino a raggiungere la città di mare di Nahariya e successivamente le rovine di Achziv, città costruita dai crociati per collegare Accre e Beirut, il cui porto è rimasto attivo sino al 1948.

Dopo aver apprezzato il Museo Eli Avivi e il mediterraneo si attraversa il kibbutz Gesher Ha’Ziv e si procede lungo la strada di servizio verso Nativ Ha'Shyara e da qui, lungo la strada 70 si raggiunge la Manot junction dove si trova una raffineria di zucchero dei tempi dei crociati, una tra le prime mai realizzate al mondo. Si prosegue verso Manot e poi lungo uno sterrato, verso Hila dove si pernotterà e da cui si ammira il Monfort.

Archeologia in Galilea