Cerca
 

 More From Region

 

Rosh Hashanah

Rosh Hashanah, "testa dell'anno", è la festa che segna l'inizio dell'anno ebraico, e cade nel mese di Tishrei, tra il tardo settembre e il primo ottobre.

In questa pagina:

Rosh Hashanah

Rosh Hashanah, "testa dell'anno", è la festa che segna l'inizio dell'anno ebraico, e cade nel mese di Tishrei, tra il tardo settembre e il primo ottobre.

Diversamente dalle altre ricorrenze, che prevedono un giorno di festa in cui le aziende restano chiuse, Rosh Hashanah perdura due giorni, e la chiusura delle attività si protrae in entrambi. Questo accade per via della tradizione iniziata in Diaspora, cioè quando l'esatto inizio della luna nuova, decretato dalla Corte Suprema di Gerusalemme, non poteva essere noto.


Secondo la tradizione ebraica, Rosh Hashanah celebra il momento culminante della creazione dell'universo, e l'accettazione della sovranità di Dio sopra tutte le cose. Secondo i Midrashim, questi sono anche i giorni in cui Dio giudica le azioni dell'uomo nel corso dell'anno, e decide del suo futuro per l'anno successivo: morte per i peccatori, vita per i devoti, e un periodo di pentimento fino a Yom Kippur, giorno in cui verrà decretata la decisione, per chi si trova in uno stato incerto.
 
Per questo il periodo che intercorre tra Rosh Hashanah e Yom Kippur viene chiamato "I dieci giorni dell'Espiazione", cioè i giorni durante i quali il popolo ha l'opportunità di espiare i propri peccati.

Nella Torah, si fa riferimento a Rosh Hashanah definendolo "il giorno del suono dello shofar" (Yom Terua).

 

 

Consuetudini della festività

Preghiera - Gli ebrei religiosi assistono alle lunghe cerimonie in sinagoga e recitano preghiere speciali e canti liturgici scritti nel corso dei secoli. Le versioni di preghiere e canti variano lievemente secondo le origini etniche dei diversi gruppi.


Selichot - Preghiera speciale di pentimento - Durante la settimana, o il mese secondo il gruppo etnico di appartenenza, precedente a Rosh Hashanah, si recitano speciali preghiere "selichot", richieste di indulgenza ed espressioni di pentimento.


Suono dello shofar
- A Rosh Hashanah 100, o 101, secondo la tradizione, squilli di shofar, un piccolo corno di montone, vengono suonati in sinagoga a gruppi di uno, tre o nove squilli. Il suono dello shofar simboleggia la sovranità di Dio su tutto il mondo, ricorda agli ebrei il dono dei comandamenti ricevuti sul Monte Sinai, la devozione di Abramo e di Isacco, esorta il popolo a pentirsi e annuncia il giorno del giudizio e l'arrivo del Messia. Se il primo giorno di Rosh Hashanah cade di Shabbat, lo shofar viene suonato al secondo giorno.


Mela e miele
- Durante la cena di Rosh Hashanah è consuetudine mangiare una mela tuffata nel miele e altri alimenti dolci che simboleggiano un nuovo anno di dolcezza.



Tashlich - Il pomeriggio di Rosh Hashanah si passeggia lungo un corso d'acqua o un lago, scuotendo e svuotando le tasche, con il significato di gettare i propri peccati nell'acqua. Se siete in Israele durante questo periodo, provate ad osservare i religiosi mentre mettono in atto questa tradizione. Se il primo giorno di Rosh Hashanah cade di Shabbath, Tashlich viene effettuato nel secondo giorno.


Auguri di buon anno
- Fino a pochi anni fa, gli ebrei in Israele e nel mondo usavano inviarsi cartoline di "Shana tova", augurando a parenti ed amici salute, felicità, e prosperità per il nuovo anno. Oggi quest'abitudine è scomparsa, o meglio è stata sostituita dalle telefonate e dalle e-mail. In un modo o nell'altro, gli ebrei augurano a chiunque incontrino durante il periodo dell'Anno Nuovo un "Shana Tova", un felice anno nuovo.


Cena festiva - Ogni ebreo laico che non si reca in sinagoga, la sera di Rosh Hashanah organizza una ricca cena, con vino raffinato, mele immerse nel miele, e altri cibi dolci. E' consuetudine gustare il melograno, simbolo di un anno di abbondanza, la testa di un pesce, simbolo dei propri desideri custoditi in testa, e altri cibi simbolici.

Informazioni importanti

Se visitate Israele in questo periodo, tenete conto che per due giorni consecutivi molte attività e aziende rimangono chiuse. E' consigliabile visitare una sinagoga, ascoltare le preghiere, e non sorprendersi se qualcuno vi saluta con un "Shana tova".

 

 

 

 Sites & Attractions

 
The Or Torah (Tunisian) Synagogue’s claim to fame is that it is literally covered in mo...
A Catholic-Greek church built in 1877 in the heart of the market in Nazareth. According...
The Church of the Holy Sepulcher. According to Christian tradition, the Church of the H...
Catholic church of the Benedictine Fathers, built between the years 1900-1910. Accordin...
The Room of the Last Supper – The Coenaculum. According to Christian tradition, already...
The winery was established in 2001 and it produces around 9000 bottles annually. The gr...
 

 Accommodations

 
Guest house has four rooms, banquet hall, lobby and classrooms.
​Kfar Giladi offers a homely environment and invites you to take a magical vacation in ...
Hotel in the eastern part of the city on Salah e-Din Street. There are 54 rooms availab...
A historic, world famous Hotel, located in the heart of Jerusalem, with all amenities, ...
 

 VideoSideVWP

 
 

 RelevantArticle

 
 

 Events In Area

 
 

 Senza titolo

 
Feste