Cerca
 

 More From Region

 

Festività

Le festività ebraiche vengono in Israele ufficialmente celebrate come ricorrenze nazionali e in accordo con esse vengono stabiliti giorni di vacanza.​

In questa pagina:

 

 

 

 

Le festività ebraiche vengono in Israele ufficialmente celebrate come ricorrenze nazionali e in accordo con esse vengono stabiliti giorni di vacanza.

 

La tradizione giudaica ha conservato un calendario avente come base 12 mesi lunari: i mesi iniziano  quindi con il sorgere della nuova luna, la metà ovvero il 15 del mese coincide con la luna piena e la fine del mese viene a coincidere con la fine del mese stesso, ovvero prima del suo nuovo risorgere

 

Molte delle festività della tradizione ebraica hanno un’origine antichissima e sono legate al susseguirsi delle stagioni dell’anno ed al ciclo dell’agricoltura. Un calendario lunare tuttavia non è compatibile con la scansione temporale dell’anno di 365 giorni, ovvero con i giorni necessari per il completamento dei tempi di rotazione della terra intorno al sole. Nel tentativo di far coincidere i tempi dell’anno lunare ebraico con quello solare, fin dall’inizio della storia e della tradizione ebraica venne istituito, ogni 2 o 3 mesi, un anno di 13 mesi al fine di mantenere la sincronizzazione temporale tra il sistema a struttura lunare con le sue festività e le stagioni dell’anno solare. Il mese che viene aggiunto o raddoppiato è sempre il mese di Adar, il sesto del calendario ebraico, tra i mesi solari di Marzo ed Aprile.

 

Diversamente dall’anno gregoriano dove il computo dei giorni va dalla mezzanotte di un giorno alla mezzanotte del giorno successivo, all’interno del calendario ebraico i giorni vengono calcolati dal tramonto di un giorno al tramonto del giorno successivo. Così per esempio il Sabato ebraico ha inizio alla sera del Venerdì prendendo così il mone di Erev Shabbat, “sera del sabato”: per questo motivo tutti gli esercizi commerciali ed i servizi sospendono in Israele la loro attività dal Venerdì pomeriggio.

 

Lo Shabbat si conclude con l’arrivo della sera del sabato, momento questo che prende il nome di “Motsa’ei Shabbat”. Parallelamente le feste ebraiche iniziano e terminano di sera.

 

In Israele, alcune delle festività sono connesse con la tradizione ebraica ed il Giudaismo, mentre altre sono festività a carattere nazionale, connesse con la storia dello Stato fin dal suo sorgere.

 

Le festività religiose vengono solitamente celebrate all’interno del contesto famigliare o comunitario dove ogni gruppo etnico mantiene le proprie tradizioni in seno alla tradizione ebraica.

 

Gli Ebrei religiosi osservano le feste seguendo antiche tradizioni che solitamente includono particolari preghiere. Gli ebrei laici e non religiosi, pur osservando le festività, le vivono all’interno di un contesto comunitario e famigliare dove si sono sviluppati differenti tradizioni che solitamente includono una cena aperta a tutto il contesto famigliare.

 

 

 

Il ciclo delle festività ebraiche ha inizio con Rosh Hashanah, la festa del Capodanno ebraico. La festa cade nel mese di Tishrei che solitamente si colloca tra la fine di settembre e l’inizio del mese di ottobre. Alla festa di Rosh Hashanah seguono quelle di Yom Kippur, il giorno dell’Espiazione, e la festa di Sukkot, la festa delle Capanne. In questo periodo di festività per alcuni giorni gli uffici governativi vengono chiusi e le attività commerciali sospese. Gli Israeliani considerano il mese di Tishrei come un periodo da dedicare al riposo dall’attività lavorativa ed alle vacanze. Spesso questioni importanti vengono posposte a “dopo le festività”. Quanti si recheranno in Israele durante il periodo delle festività dovranno tenere in considerazione che molte delle attività risulteranno chiuse per alcuni giorni durante questo periodo e che gli hotels come tutti i luoghi di interesse turistico saranno affollati di Israeliani in vacanza.

 

Il secondo periodo che il calendario ebraico dedica alla festività, cade in Primavera, quando le feste di Purim, Pesah, e il giorno della festa dell’Indipendenza dello Stato d’Israele vengono celebrate nel periodo che corrisponde ai mesi di Adar, Nissan e Lyar ovvero nel periodo primaverile di Marzo – Maggio.

 

Durante la festività di Pesah molti esercizi commerciali sono chiusi e gli Israeliani utilizzano molti giorni di sospensione dall’attività lavorativa per trascorrere le loro vacanze.

 

L’ultimo e più lungo periodo di vacanza in Israele non corrisponde a nessuna delle festività tradizionali: si tratta di luglio ed Agosto, i due mesi della chiusura estiva delle scuole.

 

Durante questo periodo e soprattutto nel mese di Agosto molti uffici ed esercizi commerciali possono risultare chiusi per una o due settimane e la maggioranza di chi lavora si reca in vacanza con la propria famiglia, spesso all’estero.

 


 
 

Dalla Bibbia

 

 

 
 
 

 

Rosh hashanah
“Rosh Hashanah”, la festività che dà inizio all’anno ebraico, cade durante il mese di Tishrei che viene a coincidere con la fine di Settembre e l’inizio di Ottobre. Per approfondimento clicca qui Rosh Hashanah

 

 
 
 
Yom Kippur
 
 
 

Yom Kippur, il Giorno dell'Espiazione, è la festività più sacra e importante del calendario ebraico. E' un giorno di digiuno e preghiera, celebrato il 10 di Tishrei, 10 giorni dopo Rosh Hashanah, il Capodanno ebraico... Per approfondimento clicca qui Yom Kippur 

 
 
 

 

 

 


Pesach

 
 
 

Pesach, la Pasqua ebraica, è la ricorrenza di maggiore importanza, ed è una delle tre festività che, insieme a Sukkot e Shavuot, si legava ad un pellegrinaggio quando, durante queste feste, il popolo si recava al Tempio di Gerusalemme offrendo doni sacrificali, animali e prodotti della terra. In seguito, dopo la distruzione del Tempio, alcune tradizioni festive, escludendo il pellegrinaggio ed il sacrificio, sono comunque rimaste attive, ed altre se ne sono aggiunte nel corso del tempo.... Per approfondimento clicca qui Pesach

 


 

 

 


Shavuot

 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

Shavuot, la festa delle Settimane, è una delle ricorrenze che, come Pesach e Sukkot, prevedevano un pellegrinaggio, poiché nei tempi antichi, durante queste festività gli Ebrei erano soliti recarsi al Tempio di Gerusalemme offrendo doni sacrificali quali frutti della terra e animali.... Per approfondimento clicca qui Shavuot

 


 

 

 

Sukkot

 
 
 
 
 

Sukkot, "capanne", detta anche Festa delle Capanne o Festa dei Tabernacoli, è le terza festa ebraica del mese di Tishrei, ed una delle più importanti ricorrenze dell'ebraismo. E' anche una delle tre festività legate ad un pellegrinaggio quando, nei tempi antichi, il popolo si recava al Tempio di Gerusalemme per offrire doni sacrificali. Sukkot è una giornata particolarmente gioiosa, che riunisce il tema religioso con gli elementi dell'agricoltura... Per approfondimento clicca qui Sukkot

 

 

 

 

Luci, Alberi e costumi

 
 
 
 

 

Chanukah (Hannukah) - Festa delle Luci

 

Diversamente dalle principali festività ebraiche, Chanukah, o Hannukkah, non ha origini bibliche, ma deriva da alcuni eventi storici avvenuti più tardi. E' una festività che si protrae per 8 giorni, iniziando il 25mo giorno del mese di Kislev.... Per approfondimento clicca qui Chanukah

 
 
 

 

 
 
 

Tu B’Shvat
Questa festa non ha origini bibliche, ma proviene dalla Mishna (una sezione dei testi talmudici), scritta nel III secolo a.C. E' principalmente una ricorrenza agricola, come si deduce dall'altro suo nome, "L'anno nuovo degli alberi".... Per approfondimento clicca qui Tu Bishvat 

 
 
 

 

 
 
 


 

Purim

Purim è una delle festività più allegre e felici della tradizione ebraica, un giorno in cui i precetti religiosi includono quello di essere gioiosi, e anche un po' ubriachi, e persino i più rigorosi studenti della Torah si lasciano catturare dallo spirito del divertimento, e prendono parte all'atmosfera carnevalesca della festività..... Per approfondimento clicca qui Purim


 
 
 
 
 
 
 

 
 

 

Lag ba-Omer

 
 

Lag ba-Omer è una ricorrenza celebrata nel 33mo giorno del conteggio dell'Omer, una serie di giorni che inizia alla seconda notte di Pesach e termina a Shavuot. Il conteggio dell'Omer è un rituale che risale ai tempi antichi, quando a Gerusalemme il Sacro Tempio era ancora intatto... Per approfondimento clicca qui Lag Ba-O

mer

 
 
 
 

 

 

Tisha B’Av

 

E' il giorno di lutto che commemora la distruzione del Primo Tempio, avvenuta nel 586 a.C. per mano del re di Babilonia Nabucodonosor, e del Secondo Tempio, avvenuta ad opera dell'imperatore romano Tito nel 70 d.C., e ricorda l'inizio dell'espulsione degli ebrei dalla Spagna nel 1492, per volore della monarchia.... Per approfondimento clicca qui Tisha B`av

 
 
 

 

 
 
 

Giorni e feste nazionali

 
 Yom Hashoa (Giorno della Memoria dell'Olocausto)

 

 

Il Giorno della Memoria dell'Olocausto e dell'Eroismo legato ad esso, Yom Hasho'a, cade al 27 di Nissan, tra la fine di aprile e l'inizio di maggio, una settimana dopo Pesach... Per approfondimento clicca qui Yom Hasho'a 
 

 

Yom Hazikaron - Giorno della Memoria dei Caduti delle Guerre di Israele

 
 

Yom Hazikaron è il giorno della memoria dei caduti in guerra e delle vittime del terrorismo, e si celebra ogni anno al 4o giorno di Iyar, tra la fine di aprile e l'inizio di maggio, una settimana dopo Yom Hasho'a, il giorno della Memoria dell'Olocausto, e due settimane dopo Pesach).... Per approfondimento clicca qui Yom Hazikaron

 

 

 

Yom Ha'atsma'ut  - Giorno dell'Indipendenza

Il giorno dell'Indipendenza, festa nazionale israeliana, commemora la Dichiarazione di Indipendenza di Israele e la fine del Mandato Britannico, ed è l'unica festività piena del calendario decretata per legge che non provenga da una tradizione millenaria... Per approfondimento clicca qui Yom Ha'atsmau't 

Yom Yerushalayim - Il Giorno di Gerusalemme

Yom Yerushalayim è una festa nazionale che commemora la liberazione della città e la sua riunificazione dopo la Guerra dei Sei Giorni. Avviene il 28 di Iyar, tra la metà e la fine di maggio, il giorno in cui, nel 1967, i soldati liberarono la zona orientale della città, e vi ristabilirono il controllo.... Per approfondimento clicca qui Yom Yerushalayim

 

 

 

 

 

 
 

 Sites & Attractions

 
A Catholic-Greek church built in 1877 in the heart of the market in Nazareth. According...
The Church of the Holy Sepulcher. According to Christian tradition, the Church of the H...
Catholic church of the Benedictine Fathers, built between the years 1900-1910. Accordin...
The Room of the Last Supper – The Coenaculum. According to Christian tradition, already...
The Or Torah (Tunisian) Synagogue’s claim to fame is that it is literally covered in mo...
An observatory situated on top of the Azrieli center, overlooking all of Gush Dan. High...
 

 Accommodations

 
A prestigious boutique hotel, offering a pampering experience and tranquil surroundings...
The renovated hotel is located on the shore of the Red Sea on the promenade a short wal...
 

 VideoSideVWP

 
 

 RelevantArticle

 
 

 Events In Area

 
 

 Senza titolo

 
Feste