Cerca
 

More From Region

 

Gerusalemme

​Cosa non sarà stato ancora detto della città sacra sopra tutte le altre, la città riunificata, la città eterna costruita migliaia di anni fa, la cui storia si ode ancora oggi nel sussurro del vento che soffia intorno alle sue mura, la città dove ogni pietra narra la fiaba meravigliosa di un luogo che da millenni attira milioni di pellegrini.

In questa pagina:

Il fascino della tradizione

Gerusalemme

Cosa non sarà stato ancora detto della città sacra sopra tutte le altre, la città riunificata, la città eterna costruita migliaia di anni fa, la cui storia si ode ancora oggi nel sussurro del vento che soffia intorno alle sue mura, la città dove ogni pietra narra la fiaba meravigliosa di un luogo che da millenni attira milioni di pellegrini. Questa è Gerusalemme, capitale di Israele, l’unica città che possieda 70 nomi d’amore e di desiderio, il luogo che nelle antiche mappe appare disegnato al centro del mondo, e che ancora oggi è adorata come una giovane sposa.

Gerusalemme è una città dalle travolgenti emozioni, promette una forte esperienza religiosa e spirituale, ma anche divertimento e piacere, luoghi interessanti e appassionanti avventure. Accanto al fascino della storia e dell’archeologia, le sorprendenti attrattive turistiche aspettano chi ama la cultura, l’arte, il teatro e la musica, l’architettura e la gastronomia.
 
Storia e Tradizione
 
Se vi state chiedendo come Gerusalemme sia divenuta un centro di religione e spiritualità ed una meta di pellegrinaggio per milioni di turisti, la risposta ha inizio migliaia di anni fa. La storia di Gerusalemme è una storia di guerra e di lotta. La sua posizione strategica ha attratto molte nazioni che hanno tentato di conquistarla, ed alcune sono riuscite a dominarla per diversi periodi. La città ha conosciuto guerra e pace, amore e odio, ricchezza e povertà, distruzione e rinascita, felicità e dolore.
Secondo la tradizione ebraica, la creazione del mondo iniziò 5767 anni fa con la pietra di fondazione del Monte Moriah, sotto la Cupola della Roccia, al Tempio del Monte. Qui, circa 4.000 anni fa, venne fondato un importante centro cananeo, che Davide conquistò ai Gebusiti nel 1004 a.C. e che divenne capitale e città sacra. Il figlio di Davide, Salomone, edificò il Primo Tempio, ed i suoi discendenti, Ezechia, Zedechia e i re giudei, proseguirono ad espandere i confini della città, e realizzarono un sistema idrico sotterraneo, il Tunnel di Ezechia. Lo sforzo ebbe i suoi risultati, e quando il re assiro Sennacherib assediò Gerusalemme non riuscì a conquistarla e dovette arrendersi. Solo nel 586 a.C. Nebuchadnezzar conquistò la capitale ebraica, distruggendo la città e provocandone l’esilio degli abitanti verso la Babilonia. Nel 538 b.C. Serse, il sovrano di Persia, conquistò la Babilonia e permise agli Ebrei esiliati di ritornare in Giudea ed a Gerusalemme, dove ricostruirono la città ed edificarono il Secondo Tempio, e per 370 anni la Giudea fu un distretto autonomo, prima sotto i Persiani e poi sotto i Greci. Dopo la rivolta di Hasmoean, nel 168 a.C., Gerusalemme divenne ancora capitale di un regno, conquistata più tardi dall’Impero Romano, con Erode il Grande che, dal 73 al 74 a.C., ampliò le dimensioni del Tempio.
Al termine del periodo del Secondo Tempio, a Gerusalemme regnava una forte tensione sociale e religiosa, e fu questo il periodo in cui Gesù Cristo andava predicando a Nazareth. Nel 66 d.C. gli Ebrei si ribellarono contro Roma, e presero il controllo di Gerusalemme. La repressione della rivolta fu completata entro il 70 a.C., quando i Romani, comandati da Tito, conquistarono la città, distrussero completamente il Tempio e mandarono in esilio gli abitanti. Gerusalemme fu dimenticata per i successivi 60 anni, fino alla rivolta di Bar Kokhba, quando gli Ebrei ritornarono per un breve periodo. Nel 135 d.C. i Romani ricostruirono la città sotto il nome di Aelia Capitolina, e ne vietarono l’accesso agli Ebrei. Dopo che l’Impero Romano, e più tardi l’Impero Bizantino, accolsero la fede cristiana, nel 324, Gerusalemme acquistò nuovamente importanza. Tutti i luoghi riguardanti la vita e la morte di Gesù vennero dichiarati sacri, e furono edificate magnifiche chiese, tra cui la Chiesa del Santo Sepolcro, o della Resurrezione, e la “Madre di tutte le Chiese”, sul Monte Sion.

Dai Mussulmani ai Crociati
 
Nel 638 i Musulmani conquistarono Gerusalemme e costruirono la Cupola della Roccia e la Moschea di Al Aqsa. Successivamente alla conquista musulmana, gli Ebrei ritornarono nella città, che intorno al X secolo ritornò ad essere la capitale spirituale per gli Ebrei della Terra di Israele.
Anche i crociati vollero dominare Gerusalemme, e la conquistarono nel 1099, sterminando sia gli Ebrei che i Musulmani residenti in essa e proclamandola la loro capitale, per finire, meno di 1 secolo più tardi, sconfitti da Saladino nella battaglia di Khitin. Gli Ebrei, che ritornarono allora a Gerusalemme, da allora vi sono rimasti.

Dai Mammelucchi all'età moderna
 
Nel 1250 la dinastia Mamelucca ascesero al potere in Egitto, ed i suoi sovrani conquistarono la regione, divenendo i nuovi signori di Gerusalemme, e nel 1517 l’Impero Ottomano si espanse nella città, che per 400 anni rimase sotto il dominio turco. Durante i primi 100 anni la città prospera, e le sue mura vengono ricostruite, ma nella seconda metà del XVI secolo inizia il declino dell’Impero Ottomano, e della fortuna di Gerusalemme.
L'ingresso nel XX secolo
 
Fino all’inizio del XIX secolo, Gerusalemme era una piccola città dimenticata, e solo verso il 1860 la Città Nuova inizia a crescere, grazie alla generosità di un filantropo inglese, Moshe Montifiore, che finanzia la costruzione di Mishkenot Sha’nanim. Il successo di questo nuovo quartiere provoca la realizzazione di nuovi quartieri esterni alle mura, e numerosi Ebrei iniziano a trasferirsi a Gerusalemme, raggiungendo la maggioranza della popolazione nel 1873.
Nel 1917, con l’inizio del periodo di Mandato Britannico, Gerusalemme mantiene il suo stato di capitale del territorio, e quando, nel 1948, avverrà la fondazione dello Stato di Israele, la città viene dichiarata capitale della nazione, divenendo la sede di tutte le principali istituzioni governative, compreso lo Knesset, il palazzo del Parlamento Israeliano, la Corte Suprema e diversi altri uffici governativi.
Durante la Guerra di Indipendenza, a seguito di sanguinose battaglie e accordi di tregua, Gerusalemme viene divisa tra Israele e Giordania, fino alla completa liberazione che avviene con la Guerra dei Sei Giorni, quando le due parti si riuniscono e Gerusalemme diviene la più grande città di Israele.
Fin dal suo sorgere, Gerusalemme è stata l’unica e la sola, una città singolare, e seconda a nessun’altra nel mondo.
 
 

La città vecchia

Il cuore di Gerusalemme è la Città Vecchia, circondata da un muro e divisa in 4 quartieri: Ebraico, Armeno, Cristiano e Musulmano. Tra le sue mura vi sono i luoghi significativi delle tre maggiori religioni del mondo: il Muro Occidentale, sacro agli Ebrei, la chiesa del Santo Sepolcro, e la Cupola della Roccia sul Tempio del Monte. Milioni di fedeli visitano la piazza del Muro Occidentale, situata ai piedi dell’imponente muro, unica rimanenza del Sacro Tempio, offrendo le loro preghiere e scrivendo i desideri del loro cuore sui frammenti di carta che infilano nelle fessure del muro, tra le pietre. Intorno, vi sono altri luoghi considerati sacri dagli Ebrei: le labirintiche Gallerie sotterranee del Muro Occidentale, il Davidson Center, situato nel parco archeologico di Gerusalemme, il quartiere ebraico con le rovine romane di Cardo e la Cittadella di Davide, torreggiante e orgogliosa nella sua bellezza. A sud della Città Vecchia si trova la Città di Davide, dalla quale si sviluppò l’antica Gerusalemme cananea e israelita, un luogo affascinante e sorprendente, che regala un’esperienza indimenticabile.

Città santa per il cristianismo

L’importanza di Gerusalemme riguarda anche il cristianesimo, e Gesù Cristo visse e morì tra le sue mura. Il solo quartiere cristiano ospita oltre 40 edifici religiosi, tra chiese, monasteri ed ostelli per i pellegrini. Uno dei più importanti simboli del cristianesimo è la Via Dolorosa, l’ultimo sentiero percorso, secondo la tradizione cristiana, da Gesù, dal tribunale fino alla collina del Golgota dove venne crocifisso e sepolto, e sono molti i pellegrini a ripercorrere i suoi passi lungo una strada che ha inizio nel quartiere musulmano, al Ponte dei Leoni, e tocca le 14 stazioni della croce fino alla Chiesa del Santo Sepolcro. Alcune tra le più importanti reliquie cristiane sono custodite in questa chiesa, tra cui la pietra dell’unzione, dove il corpo di Gesù venne disteso prima della sepoltura, ed il suo stesso sepolcro. La Chiesa del Santo Sepolcro è meta di milioni di pellegrini cristiani che arrivano da tutto il mondo per visitarla.

A sudest della città si trova il monte Sion dove l’Abbazia della Dormizione, secondo la tradizione cristiana, venne costruita nel luogo dove Maria trascorse la sua ultima notte. L’abbazia risale a un centinaio di anni fa, e nel seminterrato custodisce una statua di Maria dormiente. Accanto all’Abbazia è situata anche la Stanza dell’Ultima Cena di Gesù Cristo.
Ad est della Vecchia Città si eleva il Monte degli Ulivi, sede di altri importanti siti del Cristianesimo, oltre a numerose chiese: Ascensione, Padre Nostro, Dominus Flevit, Maria Maddalena, Getsemani, Monastero di Lazzaro e Abramo. Secondo la tradizione cristiana, la tomba di Maria si trova nella valle di Kidron, sottostante al Monte degli Ulivi.

Cultura e divertimento

Chi ama i musei potrà deliziarsi scoprendo come Gerusalemme sia disseminata di dozzine di musei dalle ricche mostre ed esposizioni, come il Museo di Israele, il Museo di Storia Naturale, il Museo Scientifico Bloomfield, il Museo del Memoriale dell’Olocausto di Yad Vashem, il Museo Rockfeller, il Museo delle Terre della Bibbia, il Museo di Arte Islamica, il Museo della Vecchia Corte Yishuv, il Museo Armeno e il Museo dell’Arte Ebraica Italiana.
I bambini possono divertirsi all’Ascensore del Tempo, una presentazione interattiva e tridimensionale della storia di Gerusalemme, al grande Zoo Biblico Ein Yaìel, che offre laboratori di arte e artigianato biblico, alle gallerie di Armon HaNatsiv, ai giardini botanici e alle mostre interattive del Museo della Scienza Bloomfeld.

Shopping

Oltre alla sacralità del luogo, attraversando la Città Vecchia si incontrano angoli affascinanti da visitare, meravigliosi mercati dove potete acquistare ceramiche decorate in stile armeno, file di perle, indumenti autentici, cuscini ricamati, tappeti di lana colorata, candele, deliziosi articoli di vetro, e altri innumerevoli oggetti, e passeggiando lungo la sommità delle mura della Città Vecchia potete ammirare la vista completa delle Città Vecchia e Nuova. La sera, attorno alle mura, le strade si animano di una scintillante vita notturna, e quando la luci della città iniziano a risplendere l’emozione diverrà indimenticabile. Anche il quartiere Armeno, che possiede un’atmosfera particolare, è da visitare assolutamente.

Ristoranti e Gusto

Poiché Gerusalemme è una città divenuta casa di popoli giunti da differenti culture, fedi, tradizioni e gruppi etnici, la cultura gastronomica della città offre qualcosa a tutti. Accanto ai raffinati ristoranti boemi, troverete le trattorie dove il cibo viene cucinato lentamente su antiche stufe, i caffè alla moda, i ristoranti etnici, i fast food e i bar aperti ad ogni ora. In aggiunta alle numerose possibilità di ristorazione, Gerusalemme offre anche diverse soluzioni di sistemazione per i turisti, dal lussuoso hotel all’economico ostello dei giovani.

I quartieri della città

La costruzione dei quartieri ebraici nella città nuova iniziò nel tardo XIX secolo, alcuni hanno mantenuto intatto il loro fascino, ed è un vero piacere passeggiare tra le case. Tra questi, Even Yisrael, la Colonia Tedesca, Yemin Moshe, Me’a She’arim, Makhane Yisra’el, Nakhta’ot, Nakhalat Shiv’a, Ein Kerem, Komemi’ut, Rekhavia, il quartiere Bukharian e il quartiere Etiope. In tutta la città, vi sono altri luoghi interessanti risalenti a differenti periodi, come Armon HaNatsiv e la Promenade, Ammunition Hill e il memoriale dell’Olocausto di Yad Vashem, Mishkenot Sha’ananim, il Monastero della Croce, il Monastero di Elia e la sede del YMCA. Tra le costruzioni più moderne, vi sono la Corte Suprema, il Museo di Israele, lo Zoo Biblico, il Knesset, sede del Governo Israeliano, il Monte Herzl, che ospita la tomba di Theodor Herzl, capostipite del Sionismo, e il mercato di Makhane Yehuda, con la sua eterogenenea varietà di aromi, colori, profumi, suoni, emozioni.
I giovani, a cui piace uscire la sera, amano la vita notturna che si svolge nelle diverse regioni di Gerusalemme: la Colonia Tedesca, la passeggiata pedonale di Ben Yehuda, Nakhalat Shiv’a, Shlomtsiyon HaMalka Street e il Russian Compound.
 

Sites & Attractions

 
System of underground tunnels constituting a continuous chain of history from the times...
Spring in Nakhal Refa'im, with adjoining Ein Yael Museum, an active museum that holds i...
Interactive museum designed to bring the world of science and technology closer to chil...
The Church of the Holy Sepulcher. According to Christian tradition, the Church of the H...
Catholic church of the Benedictine Fathers, built between the years 1900-1910. Accordin...
The Room of the Last Supper – The Coenaculum. According to Christian tradition, already...
 

Accommodations

 
Since 1964 Commodore Hotel is located on the road going up to Mt. of Olives in a perfec...
Jerusalem Gardens Hotel features 182 rooms, suites and family rooms,all with a balcony ...
Located in a magical setting overlooking the old city walls, in the heart of the centra...
Intimate hotel part of which was built in 1948. Breakfast is served in the hotel dining...
 

VideoSideVWP

 
 

RelevantArticle

 
 

Events In Area

 
 

Senza titolo

 
Città