Cerca
 

 More From Region

 

Monte del Tempio

Quando Salomone costruì il primo Tempio a Gerusalemme, la collina che scelse divenne il più importante luogo di culto del mondo monoteista, ed è tuttora conteso e rivendicato sia da ebrei che da musulmani.

In questa pagina:

Monte del Tempio

 

 

Quando Salomone costruì il primo Tempio a Gerusalemme, la collina che scelse divenne il più importante luogo di culto del mondo monoteista, ed è tuttora conteso e rivendicato sia da ebrei che da musulmani. Salomone (960-900 a.C.) realizzò il tempio, che a Davide non era stato concesso, avvalendosi dell’opera di artigiani fenici giunti dal vicino regno di Tiro (puoi leggere il lungo resoconto nel I Libro dei Re). Intorno al pendio della collina, costruì una terrazza circolare, racchiudendo la corte in una struttura di bronzo e legno di cedro e destinando l’intero edificio a divenire l’eterno il punto di convergenza del culto ebraico anche se, dopo che il regno settentrionale ebbe dichiarata la propria indipendenza, il Tempio venne utilizzato solo dalle tribù di Giudea e di Beniamino fino alla sua distruzione, avvenuta nel 586 a.C. per mano dei Babilonesi. Le continue guerre tra gli imperi di nord e sud intrappolarono il popolo di Israele, gli abitanti di Giudea vennero uccisi o esiliati, ad esclusione degli agricoltori, e solo 50 anni più tardi, con l’intervento della Persia, nuova erede del potere, ebbero l’opportunità di ritornare alla propria terra e di ricostruire il tempio: un desiderio che li aveva aiutati a sopravvivere durante il periodo di esilio (a tale riguardo leggi Esdra e Nehemiah). Così ricostruito, il tempio rimase intatto fino al 586 a.C., quando gli Asmonei lo danneggiarono, ma venne successivamente ristrutturato nel 20 a.C. da Erode il Grande, che intraprese un’opera di edificazione terminata solo 60 dopo la sua morte, ampliando la terrazza intorno alla collina per permettere ai pagani di passarvi senza profanare l’area sacra del tempio: questa terrazza costituisce l’attuale “Tempio del Monte”. Il tempio venne distrutto nuovamente dai Romani, durante la rivolta degli ebrei nel 70 d.C., 6 anni dopo il suo completamento. La terrazza rimase, divenne la base del tempio di Giove nella città di Adriano Aelia Capitolina, e sopravvisse fino al periodo bizantino, quando il luogo divenne un cumulo di macerie dimostrando visibilmente ai pagani come Dio avesse distolto il proprio favore dagli ebrei ai cristiani. Poiché questa era la situazione quando il primo califfo, Omar, marciò trionfante nella città, egli costrinse il patriarca cristiano a strisciare sulle ginocchia dal Santo Sepolcro fino al Monte, come penitenza per la dissacrazione avvenuta, e costruì la Cupola della Roccia, là dove il tempio era rimasto per i precedenti sei secoli.

 

 

 

II Libro di Samuele 24,18-25

 

 

 

18 Quel giorno Gad andò da Davide e gli disse: «Sali, erigi un altare al Signore nell'aia di Arauna, il Gebuseo». 19 Davide salì, secondo la parola di Gad, come il Signore aveva comandato. 20 Arauna guardò e vide il re e i suoi servitori, che si dirigevano verso di lui; Arauna uscì e si prostrò davanti al re, con la faccia a terra. 21 Poi Arauna disse: «Perché il re mio signore viene dal suo servo?» Davide rispose: «Per comprare da te quest'aia e costruirvi un altare al Signore, affinché il flagello cessi d'infierire sul popolo». 22 Arauna disse a Davide: «Il re, mio signore, prenda e offra quello che gli piacerà! Ecco i buoi per l'olocausto; gli attrezzi per trebbiare e i gioghi dei buoi serviranno da legna. 23 Tutte queste cose, o re, Arauna te le dà». Poi Arauna disse al re: «Il Signore, il tuo Dio, ti sia propizio!» 24 Ma il re rispose ad Arauna: «No, io comprerò da te queste cose per il loro prezzo e non offrirò al Signore, al mio Dio, olocausti che non mi costino nulla». Davide comprò l'aia e i buoi per cinquanta sicli d'argento; 25 costruì là un altare al Signore e offrì olocausti e sacrifici di riconoscenza. Così il Signore fu placato verso il paese, e il flagello cessò d'infierire sul popolo.

 

 

 

I Libro dei Re 5,1-6

 

 

 

1 Chiram, re di Tiro, avendo udito che Salomone era stato unto re al posto di suo padre, gli mandò i suoi servitori; perché Chiram era stato sempre amico di Davide. 2 Salomone mandò a dire a Chiram: 3 «Tu sai che Davide, mio padre, non poté costruire una casa al nome del Signore, del suo Dio, a causa delle guerre nelle quali fu impegnato da tutte le parti, finché il Signore non gli mise i suoi nemici sotto i piedi. 4 Ma ora il Signore, il mio Dio, mi ha dato pace dappertutto; non ho più avversari, e non sono sotto il peso di nessuna calamità. 5 Ho quindi l'intenzione di costruire una casa al nome del Signore mio Dio, secondo la promessa che il Signore fece a Davide mio padre, quando gli disse: "Tuo figlio, che metterò sul tuo trono al posto tuo, sarà lui che costruirà una casa al mio nome". 6 Perciò dà ordine che mi si taglino dei cedri del Libano. I miei servitori saranno insieme con i tuoi servitori. Pagherò il salario per i tuoi servitori secondo tutto quello che domanderai; perché tu sai che non c'è nessuno tra noi che sappia tagliare il legname come quelli di Sidone».

 

 

 

 

 

Libro di Esdra 1,1-4

 

 

 

Nel primo anno di Ciro, re di Persia, affinché si adempisse la parola del Signore pronunziata per bocca di Geremia, il SIGNORE destò lo spirito di Ciro, re di Persia, il quale a voce e per iscritto fece proclamare per tutto il suo regno questo editto: 2 «Così dice Ciro, re di Persia: "Il Signore, Dio dei cieli, mi ha dato tutti i regni della terra, ed egli mi ha comandato di costruirgli una casa a Gerusalemme, che si trova in Giuda. 3 Chiunque tra voi è del suo popolo, il suo Dio sia con lui, salga a Gerusalemme, che si trova in Giuda, e costruisca la casa del Signore, Dio d'Israele, del Dio che è a Gerusalemme. 4 Tutti quelli che rimangono ancora del popolo del Signore, dovunque risiedano, siano assistiti dalla gente del posto con argento, oro, doni in natura, bestiame, e inoltre con offerte volontarie per la casa del Dio che è a Gerusalemme"».

 
 

 Sites & Attractions

 
Museum on the Seam is a unique museum in Israel, displaying contemporary art that deals...
Delve deeper into the stories of the Bible. Follow the lives of the people who populate...
Israel's current official presidential residence was constructed while Zalman Shazar se...
An academic branch of Brigham Young University for Middle Eastern Studies, built at the...
. Mount Herzl. The State of Israel’s national cemetery was named after the state visio...
The House of Representatives of the State of Israel, comprising a plenary, conference r...
 

 Accommodations

 
​Located in the heart of Jerusalem, overlooking the biblical landscape of Jerusalem. A ...
​In The Hotel 28 rooms.
​The hotel is situated in the core of the center of down town Jerusalem, within walking...
​The hotel is located in the center of the city, close to tourist attractions, shopping...
 

 VideoSideVWP

 
 

 RelevantArticle

 
 

 Events In Area

 
 

 Senza titolo

 
dettagli